Pc e affaticamento visivo



Il numero di persone che utilizzano il computer sul posto di lavoro o per hobby è in costante aumento e disturbi quali affaticamento visivo, ridotte capacità di focalizzazione o secchezza oculare sono sempre più diffusi.

L’astenopia (o affaticamento visivo) rappresenta uno dei rischi principali nel mondo del lavoro nel XXI secolo. Le immagini o pixel sullo schermo di un computer, infatti, hanno una definizione dei contorni molto scarsa, e richiedono uno sforzo di focalizzazione più intenso per i muscoli dell’occhio. Quasi 9 videoterminalisti su 10, tra i quali programmatori, grafici, redattori, architetti, assicuratori, controllatori del traffico aereo, dirigenti e segretarie, manifestano con il tempo i sintomi dell’astenopia: affaticamento degli occhi, emicrania, visione indistinta, dolori al collo e alla schiena.

Recenti studi hanno dimostrato che la maggior parte degli utilizzatori di videoterminali accusa disturbi dell’affaticamento visivo, dovuto anche in parte alla presenza di radiazioni emesse dai tubi catodici dei monitor, ma anche al continuo sforzo d’adattamento necessario a focalizzare le diverse distanze di lettura ed i differenti livelli di contrasto.
Per prevenire i disturbi correlati all’uso dei VDT, l’intervento ottico messo a punto dal nostro centro si basa sull’utilizzo di servizi avanzati e prodotti specifici:

  • Analisi visiva optometrica
  • Ergonometria ed illuminazione del posto di lavoro
  • Protezione delle radiazioni elettromagnetiche
  • Lenti a profondità di campo con antiriflesso